Le 5 più grandi mining farm del mondo

Le 5 più grandi mining farm del mondo

13/05/2018 1 Di admin

Di David Hamilton su CoinCentral – Le mining farm sono uno dei principali punti dell’economia decentralizzata. Le criptovalute come Bitcoin si basano su operazioni di data mining per verificare le transazioni e approvare il loro ingresso sulla blockchain. I miners di criptovalute vengono premiati per aver completato l’algoritmo di proof of work e quindi aggiungendo il blocco successivo alla blockchain. Questa ricompensa può variare a seconda della potenza complessiva o della frequenza di hash della blockchain utilizzata.

Il mining di criptovaluta non è più regolato da alcuni pochi sviluppatoridi software e le loro piattaforme personali. L’industria del mining ha subito un’enorme crescita e trasformazione nell’ultimo anno in conformità con l’aumento del valore delle criptovalute. Poiché il valore delle criptovalute ha registrato un forte aumento anche la grande quantità di potenza di elaborazione è stata destinata al mining. Ciò ha portato l’industria del mining a crescere in maniera estremamente competitiva.

Oggi, se vuoi diventare un attore importante nel campo del mining di criptovalute è meglio avere delle tasche profonde, mentre competi contro giganti del software e persino governi. Mentre BTC è stato progettato per inaugurare l’economia decentralizzata, l’aspetto mining di questa criptovaluta continua a vedere un’accresciuta centralizzazione dovuta alla creazione di strutture di cosidetto mega-minig. Queste strutture sono aziende dedite al mining multimilionarie che possono richiedere tanta energia quanto una città per operare. Di seguito sono elencate 5 delle più grandi mining farm al mondo.

Bitmain Ordos, Mongolia

Nelle profondità della campagna della Mongolia interna vive quello che è il gigante minerario di BTC. Il complesso minerario del parco industriale di Bitmain SanShangLiang è il più grande impianto minerario del mondo. Questa gigantesca operazione di mining comprende 25.000 macchine che elaborano quotidianamente un controvalore 250.000 USD di BTC.

Come avrete intuito, far andare di questa mining farm non è una operazione economica, con il costo elettrico che supera quello di una piccola città a circa 39.000 dollari al giorno. Questa incredibile struttura di mining è talmente grande da impiegare 50 dipendenti 24 ore su 24 per monitorare gli impianti e garantire che tutto vada bene. Buona fortuna se vuoi competere con il tuo Intel I5 contro questo gigante.

Giga Watt – Washington

Lo stabilimento minerario di Giga Watt, con sede a Washington, è tra i più grandi del Nord America. Questa super mining farm esercita un’hashrate da 30 MW e raggiunti con poco più di 1.700 GPU. Il fondatore della mining farm, Dave Carlson, è un ex ingegnere informatico Microsoft che è entrato nel mondo del mining nel 2010; solo un anno dopo che Satoshi ha pubblicato il suo famoso Whitepaper su Bitcoin.

La struttura può rimanere competitiva in questo mercato dominato dalla Cina grazie all’uso di energia idroelettrica economica che è ampiamente disponibile nello Stato di Washington. Giga Watt sta cercando di espandere le proprie attività nel 2018 con l’obiettivo di dominare il mercato del mining nordamericano negli anni a venire.

Hut 8 Mining Corp / Bitfury – Vancouver, Canada

Hut 8 Mining ha collaborato con Bitfury per creare uno dei più grandi impianti mining mai costruiti in Nord America. Questa operazione di estrazione di criptomonete consiste di 22 datacenter che producono 24 MW di potenza di hashing. La Hut 8 sta cercando finanziamenti pubblici attraverso la borsa canadese per espandere questa operazione a nuovi livelli.

Questo progetto è ancora in fase 1 poiché la fase due è pianificata per aumentare la potenza dell’operazione di estrazione a 38,5 MW di potenza. Si dice che Bitfury abbia il compito di costruire tutte le nuove strutture necessarie per l’espansione di questo mega-mining. Una volta completata, questo impianto sarà la più grande operazione di  Bitcoin minig nel Nord America.

Bitfury Mines – Georgia

Bitfury è una delle principali società dedita alla tecnologia blockchain nel mondo e non dovrebbe sorprendere che le loro operazioni di mining abbiano pari importanza per il mercato. Lo stabilimento minerario di Bitfury in Georgia utilizza il clima naturalmente freddo per ridurre i costi operativi e mantenere i mining rigs alla giusta temperatura.

Il governo della Georgia è più che contento di avere Bitfury nelle loro comunità e hanno fatto tutto quanto è in loro potere per aiutare Bitfury ad espandere le sue operazioni. Questo è stato ricambiato dalla società, che ha recentemente iniziato un blockchain di proprietà per il governo georgiano. Questo tipo di stretta collaborazione può solo aiutare a migliorare il livello di espansione del mercato delle criptovalute in futuro.

Bcause LLC – Virginia Beach, Virginia

L’impianto di mining da 65 milioni di dollari di Bcause è stato appena annunciato nel gennaio 2018. Virginia Beach non è generalmente considerata un focolaio di cripto ma dopo che il governo locale ha ridotto le tasse per i data center, c’era una buona ragione per le compagnie di minig di cominciare a chiamare casa questa località sul mare.

Virginia Beach ha già assegnato a Bcause LLC una sovvenzione di 500.000 dollari per espandere ulteriormente le proprie attività. Ciò consentirà all’azienda di aggiungere ulteriori cento dipendenti alla farm. Una volta completata questa struttura coprirà un incredibile superficie di 7800 metri quadrati di spazio; ponendolo tra i più grandi del continente.

Genesis Mining Enigma – Islanda

La struttura Genesis Mining è stata fondata nel 2013 quando è diventata una delle prime strutture di minig sviluppate esclusivamente per la minare Ethereum. Oggi l’impianto di mining estrae anche altcoin come Zcash, Dash e Monero.

Questa gigantesca struttura è alimentata esclusivamente dall’energia geotermica ed è considerata la più grande piattaforma mining di ETH al mondo. I dirigenti della compagnia hanno dichiarato che ritengono l’ETH avrà notevoli guadagni nei prossimi anni e al momento attuale possono ricevere il doppio dei profitti che si otterrebbero con l’estrazione di BTC.

Commenti finali

A causa della natura riservata dei miners e del valore estremo delle apparecchiature di mining di criptovaluta, può essere difficile dire se si vive vicino a un’enorme operazione di mining di BTC. Non c’è dubbio che mentre il valore delle criptovalute continua a salire, possiamo aspettarci di vedere altre di queste mining farm svelate nel prossimo futuro.

Sarà interessante vedere quali sviluppi tecnologici influenzeranno le operazioni di mining in futuro, poiché continueranno a essere sviluppati chip specifici e appositamente progettati per l’estrazione di criptomonete. Ciò aumenterà la concorrenza già dura nel settore e renderà il mining, ancora di più, inibito dai costi.

Alcuni Altcoin stanno sviluppando blockchain che non consentono l’uso di computer ASIC per aiutare a ridurre questa centralizzazione dal mercato, ma alla fine, se c’è un profitto, le persone svilupperanno sempre un mezzo più efficiente per raggiungerlo.

Questo articolo e’ stato originariamente pubblicato su CoinCentral.com e scritto da David Hamilton e potete leggere la versione originale in inglese cliccando qui.

La traduzione dell’articolo originale a cura di Timeofweb.com ha subito delle piccole modifiche di carattere grammaticale per renderne scorrevole la lettura in lingua italiana. 

Share Button