Chi sono e cosa fanno gli ICO advisor

Chi sono e cosa fanno gli ICO advisor

28/08/2018 0 Di admin

Le ICO (initial coin offer) continuano ad essere anche nel 2018, dopo un 2017 quasi incredibile in termini di raccolta fondi, le protagoniste del mondo della blockchain e delle criptovalute. Nel corso degli ultimi mesi si è sicuramente innalzato il livello di competizione ed il grado di giudizio dei progetti. Il risultato è che solo i progetti veramente credibili e con un business plan ben realizzati riescono a raggiungere gli obiettivi di raccolta dei finanziamenti.

Oltre ad un business plan ben assemblato ci sono tuttavia una serie di altri fattori che possono rivelarsi determinanti nella riuscita o meno dell’ICO. Tra i fattori che spesso aiutano ci sono sicuramente la composizione del team di sviluppo tecnico e la squadra di ICO advisor coinvolti nel progetto. Specialmente queste ultime figure possono essere l’ago della bilancia per far si che l’operazione lanciata abbia realmente successo. Quindi chi sono e  soprattutto cosa fanno gli ICO advisor? Cerchiamo di scoprirlo in questo articolo! 

Chi sono gli ICO Advisor?

Gli ICO Advisor (in italiano dovremmo dire consulenti ma oramai si è diffusa questa denominazione nella nostra lingua) sono principalmente membri del team “temporanei”. Sono professionisti che hanno una competenza specifica per il progetto e di solito aiutano nelle fasi iniziali dell’ICO. Ho detto temporaneamente perché ufficialmente non sono dipendenti del progetto, ma consulenti che hanno diverse aree di competenza. Gli advisors partecipano attivamente e sono coinvolti nel processo di ICO, in base alle loro professionalità. Il loro input può essere cruciale nelle prime fasi della ICO, poiché spesso il team di sviluppo tecnico non ha il background di conoscenze che invece gli advisors portano nel progetto.

Cosa fanno gli ICO Advisors?

Come affermato in precedenza, gli ICO Advisors sono consulenti che aiuta il progetto a superare le fasi iniziali, fornendo la linea su quella che è l’osservanza delle normative, la revisione del prodotto, l’adattamento della strategia ed al lancio e promozione del progetto. Tuttavia, i veri Advisors dovrebbero essere estremamente coinvolti, credendo realmente nel progetto e nel suo scopo, e lavorare a stretto contatto con il team ICO. C’è molto lavoro da fare, quindi quando si parla di consulenti reali (non solo le foto su un sito web), raramente dovrtesti vedere un Advisors coinvolto in più di due o tre progetti contemporaneamente. Se notate un ICO Advisor presente su più di 5 siti ICO in contemporanea, allora questo non è un vero consulente ma forse solo una persona che ci mette la faccia, nel senso letterale del termine, se non proprio un profilo finto fabbricato ad hoc (segno di un probabile progetto scam).

I consulenti ICO possono aiutare i progetti in ogni aspetto necessario, a seconda delle loro competenze. Gli aspetti principali che possono essere ricoperti da loro sono (ma non sono limitati a):

  • revisione del sito Web dell’ICO, documenti e assistenza nella creazione dei white paper
  • consulenza legale
  • creazione e realizzazione di marketing e PR
  • consulenza sulla roadmap delle fasi dell’ICO e distribuzione dei token
  • rappresentare l’ICO in vari eventi blockchain e nei rapporti con i media
  • dedicarsi alla ricerca di investitori

Solitamente, gli ICO advisors apportano input di conoscenza e feedback ai progetti. Il loro scopo principale è quello di migliorare il progetto al fine di renderlo efficace e attraente. Di contro i fondatori di progetti ed aziende che provano la strada dell’ICO dovrebbero notare che gli advisor non sono degli hedge fund e di solito non possono attirare direttamente investimenti ingenti. Le persone che gli ICO assumono per attirare direttamente gli investimenti sono chiamate “bookbuilder” e ci sono alcune persone e aziende del mondo che lo fanno molto bene ma ovviamente devi essere un consulente per saperlo…. ve ne parlo in uno dei prossimi articoli… 

Share Button