Sponser

Cosa abbiamo imparato dalle criptomonete nel 2017?

Time of coin
PUBLISHED: January 2, 2018

Visto che abbiamo archiviato il 2017 da poco piu’ che una manciata di ore, prendiamoci un momento per riflettere su tutto ciò che abbiamo osservato dal mondo delle criptomonete quest’anno. Ci sono alcuni punti su cui mi pare utile concentrarsi per capire a che punto siamo e che direzione tutto questo sta prendendo!

Bitcoin sta diventando mainstream

La crescente popolarità del bitcoin è duplice: il numero di investimenti che fluiscono nella criptomoneta e una crescente accettazione della valuta come pagamento per beni e servizi.

Non c’è dubbio che le persone stiano iniziando a investire più pesantemente in bitcoin. Il valore del bitcoin è passato da 960 dollari all’inizio dell’anno fno al picco di 20.000 di poche settimane fa. Se vogliamo esprimerla in maniera percentuale e’ pari ad una crescita del 1.760% in un anno! Il controvalore in  valuta fiat del Bitcoin e’ pari ad oltre  300 miliardi di dollari che sta a significare che ora è la quindicesima valuta liquida globale più preziosa.

C’e’ da notare anche che ora il bitcoin è una valuta accettata da Expedia, Microsoft, Virgin Galactic e molti altri rivenditori. Si prevede che il numero di rivenditori che accetteranno bitcoin nel prossimo anno aumenterà in modo esponenziale. John Donahoe, CEO di eBay, ha dichiarato: “Non solo è eccitante il bitcoin, ma giocherà anche un” ruolo importante “nel futuro di PayPal.

Le criptomonete sono ancora instabili

Se speravi che la stabilità delle criptovalute sarebbe direttamente proporzionale alla sua popolarità, probabilmente sarete delusi dagli alti e bassi del mercato delle criptovalute. Se non si ottiene un aggiornamento minuto per minuto, si possono perdere enormi salti o cadute di prezzo. Alla fine del 2017, abbiamo visto enormi oscillazioni nel prezzo in poche ore. L’elevata volatilità del prezzo del bitcoin è stata in parte il fattore decisivo che ha portato Steam a non accettare più il bitcoin come valuta accettata.

Le ico sono la nuova piattaforma di investimento

Altri grandi protagonisti dell’anno appena chiuso sono senz’altro le numerose ICO alcune delle quali hanno raccolto milioni di dollari nel giro di poche ore (qualcun altra invece erano palesemente fuffa o poco piu’ ma questo e’ un altro discorso che affronteremo in post appositi). Le imprese start-up si sono riversate sul panorama delle criptovalute al fine di ottenere investimenti attraverso Initial Coin Offerings (ICO). Le aziende sono state in grado di raccogliere svariati milioni di dollari durante il loro ICO utilizzando la moneta digitale come equity nella suddetta società. È chiaro che gli ICO attraggono sia investitori importanti che investitori occasionali.

Bitcoin ed Ethereum fanno la parte del leone

Con molti hard fork che hanno avuto luogo o minacciato di farlo (in particolare il SegWit2X) bitcoin quest’anno, molti si sono chiesti se il bitcoin avrebbe comunque mantenuto il suo predominio nel mondo delle criptomonete. Grazie a tutto questo, bitcoin è riuscito comunque a rimanere la criptovaluta più apprezzata. Con così tante altre valute derivate da bitcoin (bitcoin cash, super bitcoin, bitcoin gold e bitcoin diamond) vedremo se il bitcoin può sostenere la sua abilità nel prossimo anno.

Ethereum ha compiuto enormi progressi tecnici e si è assicurato il suo posto come forte seconda criptovaluta e si e’ creato il syuo standard per gli smart contract. Ethereum ha guadagnato molta attenzione dai miners.

Esplosione delle criptomonete alternative (altcoins)

Le altcoins sono cresciute esponenzialmente lo scorso anno. Solo pochi mesi fa, il bitcoin era oltre l’80% del mercato degli scambi di criptomonete, ora è meno della metà di tutte le transazioni.

Con il numero di imprese che finanziano il loro lancio attraverso gli ICO, il numero di altcoin continuerà a salire e non stupiamoci se cominceremo a vedere bitcoin, ethereum ed altre altcoin scambiate su piattaforme di trading di grandi dimensioni nel prossimo futuro.

2018: sara’ l’anno delle regole?

La legalità della criptovaluta è stata un tema scottante nel 2017 e si sta delineando per diventare ancora più caldo nel 2018. In molti paesi (come la Bolivia e l’Arabia Saudita) l’utilizzo od il mining di criptovalute sono stati messi al bando. Altri paesi (come Israele) hanno imposto una tassa sulle transazioni bitcoin. Eppure, ci sono molti paesi che non hanno ancora deciso se e come regolamentare l’uso delle criptovalute.

Con le criptovalute che diventano più popolari ci si aspetta che si verifichino cambiamenti importanti e variazioni nei prezzi. Ricordati di tenere d’occhio ogni cosa relativa alle nuove regolamentazioni che le nazioni proveranno a mettere$. Inutile dire che questo è un momento emozionante da investire in criptovaluta.

Share Button
Recommended For You

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *