Che cosa è OmiseGO?

Che cosa è OmiseGO?

24/01/2018 0 Di admin

L’abbreviazione della criptovaluta di OmiseGo, OMG, potrebbe sembrare divertente all’inizio (in inglese e’ infatti l’acronimo dell’espressione goliardica Oh My God), ma la società dietro di essa sicuramente non scherza. Ambiziosi come sono, la squadra che ha creato OMG aspira a rivoluzionare le dinamiche finanziarie nel sud-est asiatico. Andando a collocarsi in diretta concorrenza con istituzioni finanziarie esistenti in questa regione, vogliono guadagnare quote di mercato e popolarita’ con la loro piattaforma di scambio e transazione decentralizzata. Il dipartimento thailandese della McDonald’s ha gia intuito le potenzialitaà di OmiseGo ed ha annunciato di iniziare a usarlo come canale di pagamento. Nella sola Tailandia si contano 240 ristoranti McDonald’s ed è improbabile che saranno l’unica sussidiaria, o l’unica multinazionale che inizierà ad usare OmiseGo.

La società dietro Omisego, Omise, ha iniziato le operazioni nel 2013 a Bangkok, in Tailandia. Omise offre servizi di pagamento per privati ​​e aziende in tutta l’Asia. Attualmente, Omise ha più di 130 dipendenti che lavorano in Tailandia, Indonesia, Giappone e Singapore. Fin dall’inizio, la loro ambizione è stata quella di ridurre le complessità quando si effettuavano transazioni finanziarie da un paese all’altro nel sud-est asiatico. La piattaforma Omisego non ha una data ufficiale di rilascio, ma è programmato per andare online nei prossimi mesi.

OmiseGo: l’idea dietro il motto “Unbank the banked”

Unbank the banked, è lo slogan della piattaforma online Omise OmiseGo. Quello che vogliono dire è che non hai bisogno di un conto bancario o di un istituto finanziario per gestire i tuoi conti e inviare denaro internamente a livello internazionale. La piattaforma sarà basata sulla blockchain di Ethereum e così sarà il suo portafoglio elettronico dedicato. Hai solo bisogno di un portafoglio OmiseGo per iniziare a utilizzare la piattaforma, il che ti fa rivalutare ciò che significa avere un conto in banca.

Al contrario di Ripple, OmiseGo si rivolge a individui e aziende di tutte le dimensioni. Vogliono rompere la barriera di accesso ai servizi finanziari che molte persone in Asia non riescono a superare. Il processo di invio di denaro attraverso i confini del sud-est asiatico è attualmente inefficiente. A causa della mancanza di standard conformi, l’invio di denaro è lento, costoso e inaffidabile. Il sistema è estremamente complesso in quanto vi sono numerose banche in ogni paese, la maggior parte che utilizza diversi processi per le transazioni finanziarie. La piattaforma decentralizzata Omise prevede di lanciare un metodo uniforme attraverso il quale si verificheranno tutti i servizi e le transazioni finanziarie. Più istituzioni finanziarie si uniscono allo scambio OmiseGo, più preziosa diventerà la rete.

OmiseGo non mira solo a questo attualmente, ma vuole anche aiutare l’unbanked dell’Asia. Con unbanked si intendono persone che non hanno accesso ai servizi finanziari di base (come un semplice conto corrente bancario) e utilizzano principalmente denaro contante per i loro pagamenti. Inoltre, gli unbanked non hanno accesso all’economia internazionale online, che è in continua crescita. La combinazione del portafoglio mobile di OmiseGo e il fatto che molte più persone nella regione del sud-est asiatico hanno accesso a un telefono cellulare rispetto a un conto bancario fornisce un enorme potenziale alla diffusione della piattaforma.

OmiseGo: il team

Il CEO e fondatore di Omise, Jun Hasegawa è stato coinvolto in più start-up e ha lavorato per Google per oltre 16 anni. Luke Cheng, il CFO, ha lavorato per Barclays e Groupon prima di entrare a far parte del progetto Omise. Questo team è stato finora in grado di creare un fornitore di servizi finanziari con oltre 130 membri dello staff distribuiti in 4 paesi.

Anche per quanto riguarda gli advisor della piattaforma OmiseGo abbiamo la presenza di diversi pesi massimi crittografici. Vitalik Buterin, fondatore di Ethereum e celebrità nella comunità blockchain è uno dei principali consiglieri di OmiseGo, così come il suo co-fondatore Dr. Gavin Wood. Successivamente, abbiamo Joseph Poon, il creatore del Lighting Network. E poi abbiamo Roger Ver, investitore e protagonista e investitore in Bitcoin e CEO di Bitcoin.com. OmiseGo al momento ha una valutazione di circa 1 miliardo di dollari.

OmiseGo: solo speculazione o effettivo valore?

Anche se Omise, l’azienda, è in circolazione da un po ‘di tempo, la piattaforma Omisego e il portafoglio elettronico non esistono ancora (la piattaforma verrà lanciata nel corso del 2018). La loro attuale capitalizzazione di mercato di circa $ 1 miliardo di dollari sembra piuttosto alta se si tiene conto di questo. Sì, c’è un mercato per il loro prodotto e sì, offrono diverse soluzioni ad alcune questioni importanti con l’attuale sistema finanziario nel Sud-est asiatico – tuttavia, non esiste ancora una piattaforma OmiseGo.

Inoltre, i servizi che i fondatori di Omise e OmiseGo desiderano fornire sono numerosi. Includono: diventare uno scambio decentralizzato per entrambe le valute fiat e cripto; fornitura di soluzioni di pagamento business-to-business; creare un portafoglio elettronico, un credito e una carta di credito virtuale; creare programmi di fidelizzazione; gestione dei salari e altro ancora.

Questo può sembrare eccessivamente ambizioso, poiché mirano sostanzialmente a integrare tutti i servizi finanziari esistenti in un’unica piattaforma. Possono mantenere questa promessa? Omise è già stata definita una rockstar di FinTech e ha dimostrato al mondo che i servizi di pagamento sono pronti per essere rivoluzionati dalla teconologia blockchain. OmiseGo ha in programma di fare proprio questo, e con l’esperienza del loro team nel settore e un gruppo di consulenti di alto livello, potrebbero semplicemente farcela.

Per il momento potete visitare il loro sito per capire un po’ di piu’ di cosa si tratta.

Share Button