Le 10 ico che hanno avuto piu’ successo!

Le 10 ico che hanno avuto piu’ successo!

11/04/2018 0 Di admin

Con il lancio di centinaia di nuove criptovalute, alcune sono destinate a un’esplosione in stile Bitcoin, tuttavia la stragrande maggioranza sarà solamente un flop.

Possiamo quindi chiederci se esiste una formula magica per il successo di una ICO? Ci sono diversi modi per misurare il “successo” ma abbiamo messo insieme questo elenco delle 10 ICO che hanno avuto piu’ successo in assoluto basandoci sull’aumento del valore ottenuto dalla criptovaluta lanciata (statistiche controllate a meta’ marzo 2018). Ecco qui sotto le 10 ICO che hanno avuto maggiore successo negli ultimi mesi

1. NEO (precedentemente Antshares)

Mentre Ethereum ha cercato di posizionarsi contro Bitcoin, NEO ha fatto un ulteriore passo in avanti. La prima blockchain open source cinese ha cambiato più nomi del cantate Prince ma la visione di Da Hongfei e della sua squadra cinese sta letteralmente lanciando la Cina come attore primario nel mondo delle criptovalute.

Conosciuto come “Ethereum cinese”, NEO utilizza anche applicazioni con smart contract ma con l’aggiunta di e-commerce decentralizzato, risorse digitali e sistemi di identificazione.

Il successo della loro ICO potrebbe essere in parte dovuto ai grandi nomi che appoggiano il progetto. Con il supporto di aziende come Microsoft, Alibaba e del governo cinese, gli investitori hanno tutte le ragioni per essere sicuri. Se un singolo token Ethereum può ambire ad un valore di oltre 700 USD in Occidente, il potenziale per il mercato cinese in forte crescita è un segnale molto promettente per NEO.

A giudicare dall’enorme aumento del valore del token da $ 0,03 a $ 88,20 (12 marzo 2018) NEO ha ottenuto con un ROI  (return of investment) del 294.000%.

2. Ethereum

Impostasi velocemente come seconda criptovaluta più importante del mondo, Vitalik Buterin e il suo team di Ethereum devono sicuramente essere sulla strada giusta.

Diversamente da Bitcoin, Ethereum è molto più di una criptovaluta. Si tratta di una tecnologia di ledger utilizzata per creare e distribuire applicazioni decentralizzate con la tecnologia degli “smart contract” un programma che automatizza l’esecuzione di un contratto quando sono in atto delle condizioni definite all’origine dell’applicazione stessa.

Ci sono voluti ben 4 anni dal boom del Bitcoin del 2011 per vedere finalmente un avversario come Ethereum che e’ nato nel luglio 2015. Il ROI di Ethereum è stato a dir poco sbalorditivo con una crescita del 230.000%. Avendo venduto i token a $ 0,31, un token Ether e’ arrivato fino al valore di 713 USD con una capitalizzazione di mercato seconda solamente al Bitcoin.

Perché? Con il suo enorme potenziale di applicazione e innovazione, Ethereum ha suscitato l’interesse del mondo aziendale che vuole approfittare del potenziale per le applicazioni di contratto intelligenti.

3. Spectrecoin

Definitasi la “principale criptovaluta focalizzata sulla privacy”, spectrecoin non è estranea alle polemiche, avendo acquisito una reputazione tra i cyberpunks dopo aver portato avanti il progetto Shadow Cash (un sistema anonimo di trasferimento di denaro). Consentendo agli utenti di inviare e ricevere valuta in tutto il mondo con totale anonimato, sono le valute come SpectreCoin che hanno la maggior parte delle attenzioni da parte degli uffici delle imposte dei governi di molti paesi del mondo.

Naturalmente la squadra dietro la criptovaluta è opera in maniera silenziosa e discreta, guidata da uno sviluppatore principale conosciuto con lo pseudonimo di “Mandica”. Utilizzando la rete Tor ed sistemi avanti di crittografia, SpectreCoin è quasi impossibile da rintracciare e nel mondo della criptovalute il valore dell’anonimato è enorme.

Se avessi comprato un token a novembre 2016, avresti potuto venderlo a marzo 2018 a 0,64 USD ed avendolo pagato solo 0,001 ti avrebbe fruttato un ROI del 64.000%.

4. Stratis

Con tutto questo parlare di soldi sul tavolo, le istituzioni finanziarie si sono leccate le labbra volendo ottenere una fetta della torta, e per loro Stratis è la scelta più ovvia.

La startup con sede nel Regno Unito ha creato una piattaforma compatibile con .NET e C# e, di conseguenza, il prodotto si rivolge agli utenti veterani dei prodotti Microsoft. La piattaforma nStratis offre alle aziende la possibilità di creare, testare e distribuire applicazioni personalizzate senza la necessità di configurare o mantenere la propria infrastruttura, quindi in un certo senso è una blockchain per “principianti” (a livello aziendale ovviamente).

Alcune società forniscono legittimità al progetto e tra queste Microsoft, quindi la ICO di Stratis aveva tutte le ragioni per avere successo. Raccogliendo 915 BTC in 5 settimane, coloro che hanno comprato i token a solo 0,01 USD hanno avuto un ROI del 56.000%.

5. Ark

La collaborazione fa di Ark un progetto davvero interessante. La piattaforma SmartBridge è un ecosistema progettato per integrare altre criptovalute nella sua blockchain. Il progetto è decentralizzato dall’interno verso l’esterno, con una squadra con 15 membri di 11 diversi paesi.

Con il boom delle criptovalute, qualsiasi strumento che prometteva innovazione e decentralizzazione e’ stato visto come un mezzo per fare soldi ed Ark è stato esattamente questo. Gli investitori erano desiderosi di acquistare, e hanno ottenuto un guadagno del 35.400% dato il prezzo raggiunto a marzo 2018 di 3,54 dollari.

6. Lisk

Essendo la prima piattaforma di blockhain modulare al mondo, Lisk consente agli sviluppatori di creare le proprie app ed eseguirle su delle sidechain. Le sue app sono una scelta naturale per i programmatori poiché sono state create con Javascript e con molti dei sviluppatori chiave di Ethereum con loro l’ICO è stata un ottimo successo.

Dopo aver raccolto $ 5,8 milioni in 4 settimane al prezzo di $ 0,076 per token, il ROI di Lisk e’ arrivato ad attestarsi fino al 19.080%.

7. Storj

A prima vista il suo nome sembra quello di un dio nordico ma il progetto e’ ben piu’ ambizioso. La piattaforma mira a diventare la soluzione di archiviazione cloud all’avanguardia e la prima basata sulla blockchain; più veloce, più economico e più sicuro di qualsiasi altro sistema cloud esistente e centralizzato.

Il token STORJ fa parte di questa idea. Gli utenti possono acquistare spazio libero sul disco fisso o noleggiarlo in cambio di valuta. La bellezza di Storj sta nella sua semplicità. Non tutti vogliono investire in qualcosa che non capiscono e il concetto di Storj può essere compreso anche dall’utente medio del computer.

Raggiungendo l’obiettivo di 30.000.000  di dollari in meno di una settimana, i token StorJ sono aumentati fino all’11.888%.

8. DigixDOA

DGD, che sta per Digix Decentralized Autonomous Organization, è una comunità autonoma che offre sovvenzioni a diversi progetti che promuoveranno la crescita della rete DGX.

Il token DGD viene talvolta confuso con un token DGX. Entrambi sono creati da Digix Global, ma con diversi obiettivi in mente. Previsto per il rilascio nel primo trimestre 2018, il token DGX è un token supportato da lingotti d’oro fisico. 1 token DGX sarà pari a 1 grammo di oro fisico situato in un caveau a Singapore.

I token DGD hanno ricevuto recentemente molta attenzione dopo il loro recente aumento dei prezzi. Con un valore arrivato fino a 346,88 USD per token questo li ha fatti attestare su un ROI del 10.722%.

9. Populous

Populous è costruito fuori dal protocollo Ethereum e offre all’investitore medio la possibilità di partecipare a un mercato finanziario alternativo che in passato era accessibile solo a istituzioni finanziarie, individui facoltosi e governi con quello che in Italia e’ chiamato spesso “sconto fattura”.

Questa piattaforma consente agli investitori di qualsiasi parte del mondo di investire in una fattura di vendita di una azienda da qualsiasi parte del mondo. Un caso d’uso di esempio sarebbe se un investitore negli Stati Uniti acquistasse (scontasse) la fattura di una società manifatturiera cinese mentre la società cinese utilizza quel prestito per finanziare le proprie operazioni a breve termine per mettere un prodotto sul mercato.

Dopo aver raccolto oltre 10 milioni di dollari nel giugno del 2017, i token PPT di Populous sono aumentati fino ad oltre il 6.800%.

10. QTUM

QTUM è una piattaforma di trasferimento di valuta open source che si concentra su app o Dapps decentralizzate mobili. QTUM è la prima piattaforma di smart contracts proof-of-stake al mondo.

QTUM è pensato per essere utilizzato sia come protocollo di trasferimento di valuta, come Bitcoin, sia come piattaforma di smart contracts come Ethereum. Hanno una serie di innovazioni tecniche che alcuni ritengono la rendano superiore a Ethereum e si concentrano sulle applicazioni mobili.

Hanno ospitato un ICO di grande successo a marzo del 2017 e da allora sono arrivati a registrare un ROI fino al 6.400%.

Cosa possiamo imparare da ICO di successo?

Il lancio di un ICO non e’ una questione di fortuna o destino. Mentre ogni concorrente in questa lista pone qualcosa di diverso nel campo delle criptovalute tutti condividono una caratteristica innegabile: il valore.

Tutte le 10 ico elencate in questa lista che avete appena letto propone qualcosa di nuovo e prezioso sul tavolo oppure innovano e migliorano sensibilmente un modello esistente. Se stai per investire in una ICO analizza in profondità che valore aggiunge all’idea e pensa se puo’ realmente funzionare. 

Share Button